Angri : “Casa del cittadino”, interessante convegno sul GAS RADON.

Organizzato dalla Confesercenti Angri con il patrocinio del comune di Angri e la collaborazione della Confesercenti provinciale di Salerno

Erano presenti molti commercianti e imprenditori,  ma anche molti tecnici e imprese che si occupano di radon,  per cui è venuto fuori un dibattito informativo interessante su una problematica che è attuale ma ancora lacunosa. Molti interventi, con domande e riposte immediate al “question time” che di fatto ha cercato di togliere dubbi e curiosità a chi  si deve adeguare alla normativa. Ha aperto i lavori Aldo Severino presidente della Confesercenti di Angri e vicepresidente  vicario della Confesercenti provinciale di Salerno nonché organizzatore del convegno il quale  ha dichiarato: –  “Con questa legge, commercianti e  imprese,   sono costretti a pagare un altro obolo che si va ad aggiungere ai tanti  altri che durante l’anno dobbiamo già pagare, il commercio è sempre più in crisi e queste leggi non fanno altro che aumentare pensieri e grattacapi a chi fa attività”.  Saluti  sono giunti dal Commissario Straordinario del comune di Angri Dottor Alessandro Valeri che si è complimentato con la Confesercenti per l’ottima organizzazione  del convegno e per la massima diffusione di tale iniziativa.  Il prefetto ha dichiarato,  che come capo dell’ente  Angrese, ha  già avviato il monitoraggio del gas radon  sugli edifici pubblici. Il progetto, tramite l’iter burocratico,  gestito dal dirigente UOC  dottor Giovanni Losco,   è  stato affidato a un’azienda del Beneventano che dovrà occuparsi  di  adeguare tutti gli edifici del territorio,  soprattutto  quelli con maggiore affluenza di persone. Quindi scuole ed uffici a breve saranno  soggetti all’installazione di sentinelle di rilevamento  che serviranno appunto all’ adeguamento  seconda la norma di  legge. Interventi e saluti sono venuti dal direttore Confesercenti Provinciale dottor  Pasquale Giglio il quale  si è soffermato sull’aspetto tecnico e di legge, facendo un passaggio sui criteri che bisogna seguire per adeguarsi, evidenziando anche come  la Confesercenti , associazione di categoria che in provincia di Salerno conta più iscritti, sia presente ai tavoli di concertazione  e trattativa,  cercando  di portare benefici e sostegno  quanto più possibile al comparto. Il presidente provinciale  Raffaele Esposito si è invece soffermato sulla difficoltà che stanno attraversando le imprese in questi ultimi tempi invocando allo Stato centrale,  una sburocratizzazione , poiché l’Italia è l’unico paese in Europa dove è più alto il numero di leggi rispetto ad altri paesi. Altri  aspetti tecnici sono stati evidenziati da Giovanni Iannone della DB società impianti,  che tramite convenzione con l’associazione di categoria riesce ad offrire un servizio celere, con certificazioni e installazioni adeguate alla normativa. Iannone  ha illustrato,   passo dopo passo,  cosa fa il tecnico quando entra nell’attività commerciale,  per avviare il  rilevamento del gas, quindi  quale è la procedura che viene seguita  per installare i dosimetri, quale è quella  per ottenere la  certificazione,  si è poi soffermato  su quella  finale utile ad ottenere la certificazione di agibilità dei locali. Le conclusioni sono state affidate al dottor Vincenzo Pellegrino del dipartimento di prevenzione UOC sanità pubblica di Salerno che pur annunciando la sospensiva di legge,  ha dichiarato che comunque commercianti e imprese  si devono adeguare.

Per tutte le informazioni  e delucidazioni in merito alla Legge Regionale Campania 8 luglio 2019 n.13   che ha stabilito, per tutti gli esercenti attività economiche che si svolgono in luoghi aperti al pubblico, l’obbligo di procedere alla rilevazione dei livelli di esposizione al GAS RADON chiamare il  3387665800 – confesercentiangri@gmail.com

Aldo Severino        

Please follow and like us: